ABC Book – Abbecedario

 

Art – Arte
The artist is an empty vase… creativity belongs to everyone, creativity is from divine nature. It’s not yours! It simply manifests itself through you…it fills your “vase”. Preparing oneself for the encounter with the divine and with creativity. How to empty oneself to welcome them? How do I clean the interior welcoming space so that the passage of creativity through me is the least contaminated possible? The possibility to encounter the divine through art. To live in the divine. To breathe the divine. The awareness of being open, like a vase, to receive. Learn to recognize particular virtues in every being, in every object that we encounter. Open our hearts and intellects and everything can become nourishment for our interior lives.
L’artista è il vaso vuoto… la creatività è di natura divina. Non è tua, semplicemente si manifesta attraverso te riempiendo il tuo vaso. Prepararsi all’incontro con il divino e con la creatività. Come svuotarsi per accoglierli? Come pulire lo spazio di accoglienza interiore affinché il passaggio della creatività attraverso me sia il più possibile non contaminato? La possibilità di incontrare il divino attraverso l’arte. Per vivere nel divino, per respirare il divino. La coscienza a essere aperti, come un vaso, per ricevere. Imparare a riconoscere in ogni essere, in ogni oggetto che incontriamo virtù particolari. Aprire cuore e intelletto tutto può diventare nutrimento per la nostra vita interiore.
Beauty – Bellezza
The magic that comes from the encounter with the other is a mix of energies, this meeting produces beauty, plenitude, is the union between the roots of heaven.
Through my work I try to support the brightest part of each and everyone of us, the art that I propose is open to the beauty of life, the concepts that I want to show through my works are: “Caring,” “Others as friends,” “Visitors to the planet in celebration”, “Offering to the transcendent,” ” Love”.
La magia che scaturisce dall’incontro con l’altro è un intreccio di energie, questo incontro genera bellezza, pienezza, è l’unione fra radici celesti.
Attraverso le mie opere tento di sostenere la parte più luminosa di ognuno di noi, l’arte che propongo è commossa, aperta alla bellezza della vita, i concetti che voglio fare trasparire attraverso i miei lavori sono: “Il prendersi cura”, “Gli altri come amici”, “Visitatori del pianeta in celebrazione”, “Offerta al trascendente”, “Amore”.
Contemporaneity – Contemporaneità
I like to dance on the edge between tradition and modernity, between ancient and modern.
I would like to dip my hands in the crucible of ancient knowledge, timeless wisdom and bring all of this in art, in the contemporary world of the modern.
I would like to get rid of the ego and be a ferryman of “good news” through art.
 Mi piace danzare al limite fra tradizione e contemporaneità, tra antico e moderno.
Vorrei immergere le mie mani nel crogiolo degli antichi saperi, nella saggezza senza tempo e portare tutto questo nell’arte, nella contemporaneità del moderno.
Vorrei liberarmi dall’ego ed essere un traghettatore di “buone nuove” attraverso l’arte.
Divine – Divino
The art brings good news, of compassion, understanding and love. Creativity is of divine origin, and the artist is called to bring in the material information pertaining to the celestial sphere.
L’arte porta buone notizie, di compassione, comprensione e amore. La creatività è di origine divina e l’artista è chiamato a portare nel materiale, informazioni di pertinenza della sfera celeste.
Essence – Essenza
The creative act is the result of inspiration, it obtains its energy from the force.
Of transcendence, mystery, light, the awareness of his presence, gratitude and unconditional love.
Moving artistically means to be guided by the ardor of the sacred and spiritual realization. The spiritual/artistic seeker is always in search of timeless truth, the artistic skills are put to the service of the essence in continuous connection with the experience.
Each work must contain the ‘essence’, must be able to raise awareness and change bad habits, must be a means through which it is possible to reclaim his thoughts. Art is always an offering to the divine and as such can only carry with them positive values.
 L’atto creativo è il frutto dell’ispirazione che a sua volta attinge la sua energia dalla forza.
Della trascendenza, dal mistero, dalla luce, dalla consapevolezza della propria presenza, dalla gratitudine e dall’amore incondizionato.
Muoversi artisticamente significa lasciarsi guidare dall’ardore del sacro e dalla realizzazione spirituale. Il ricercatore spirituale/artistico è sempre alla ricerca di verità senza tempo, le competenze artistiche messe al servizio dell’essenza sono in continua connessione con l’esperienza. Ogni opera deve contenere l’essenza, deve essere in grado di elevare le coscienze e modificare le cattive abitudini, deve essere un mezzo attraverso il quale sia possibile bonificare i pensieri. L’arte è sempre un’offerta al divino e come tale non può che portare con sè valori positivi.
Flowers – Fiori
Flowers embody the beauty of nature.
The shape of a flower evokes that of a chalice, a cup, a receptacle. The symbol of the flower is often associated with the feminine polarity, the flowers are synonymous of regeneration, the freshness of the rebirth of life.  Symbolically perceived as a hymn to creation.
Image: a she warrior of love blooms through the beauty of a flower.
 She is the bearer of the power of love, the quality of this woman/warrior is the ability to reveal the beauty of others through its flowering.
I fiori incarnano la bellezza della natura.
La forma di un fiore rievoca quella di un calice, di una coppa, di un ricettacolo. Il simbolo del fiore viene spesso associato alla polarità femminile, i fiori sono sinonimo di rigenerazione, della freschezza della rinascita della vita, simbolicamente vengono percepiti come inno alla creazione.
Immagine: una guerriera d’amore sboccia attraverso la bellezza di un fiore.
E’ la portatrice della potenza dell’amore, la qualità di questa donna/guerriera è la possibilità di far trasparire la bellezza attraverso la sua fioritura.
Gratitude – Gratitudine
The soul’s place is where the essence lives. The awareness of being a fragment of pure love, to be a small part of the mystery fills me with gratitude of intelligence and the “know how” of man. In front of the perfection and harmony of renaissance architecture in Florence or the magic of Venice, I learned to love in the same way the simplicity of many places in the world as the beloved Puglia or Orissa…
By attending the outskirts of the megalopolis of the third worlds, full of humanity overflowing, I saw the inwardness of India feverish, beautiful and horrible. The trips that I make lead me to live these strong contrasts, but at the same time, send me a strong sense of unity, my walk on planet earth makes me aware that every space, every place is God. Hurrah.
L’anima risiede dove vive l’essenza. La consapevolezza di essere un frammento dell’amore puro, di essere una piccola parte del mistero, mi riempie di gratitudine nei confronti dell’intelligenza e del “saper fare” dell’uomo. Davanti alla perfezione e all’armonia delle architetture rinascimentali a Firenze, o alla magia di Venezia, ho imparato ad amare allo stesso modo la semplicità di tantissimi luoghi nel mondo, come l’amata puglia o l’Orissa…
Frequentando le periferie delle megalopoli dei terzi mondi, pieni di umanità traboccante, ho visto l’interiorità della febbricitante india, bella e orribile. I viaggi che compio mi inducano a vivere questi fortissimi contrasti ma, allo stesso tempo, mi trasmettono un forte senso di unità, il mio camminare sul pianeta terra mi rende consapevole che ogni spazio, ogni luogo è Dio. Evviva.
Here and now – Qui e ora
I start from the “here and now”, from the moment, and from that point I try to sink into the very bowels of the earth, in order to experience the ground of humanity, the roots – the tradition – and then I go along the vertical journey again, until I come to the offering, to the divine, through meditation. This is the method I use to create art, this is the chance I give myself to be sure that my works have light, truth, something “good” to share with people looking at them! In India the richness of the various arts (including all crafts) gives me a  chance to stay on a safe platform that joins together peoples and races from various continents – one earth, one humanity – and for me, the contemporaneity of art can’t set aside this worldwide need!
Parto dal “qui e ora”, dal presente e da questo punto tento di penetrare le viscere della terra per sperimentare ciò che sta alla base dell’umanità: la tradizione. Poi riprendo il viaggio verticale fino ad arrivare all’offerta, al divino attraverso la meditazione. Questo è il metodo che uso per fare arte, questa la possibilità che mi do per assicurarmi che le opere abbiano luce, verità, qualcosa di buono da condividere con chi le guarda. In india, il linguaggio simbolico nell’arte e nell’artigianato mi offre la possibilità di sostare su una piattaforma ricca e chiara, che mette insieme popoli, razze dei vari continenti per tramutarli in una sola terra, in una sola umanità. Penso che la contemporaneità dell’arte non possa prescindere da questo bisogno universale di solidarietà e unità.
Inspiration – Ispirazione
Through the act of painting, I materialize the charm of the circle, I recall the harmony that, like a hug, connects the material with the spiritual part of man.
Image: the highest part of the circle, the one closest to the sky, is the seat of creativity, the inspiration that you, as an artist, will receive as a gift.
In accepting this gift, you begin to know it, you  analyze it and then rework it through your heart and your emotions, this is the stage at which transpire the warmth and beauty of ‘art.
The project advances following the contour of the circle, now run the bottom that corresponds to the material part of the work: the “doing” is an offering that the artist turns to the “highest” part of the circle, the one who gave him inspiration, the starting point of the creative process.
Attraverso il gesto della pittura, materializzo il fascino del cerchio, rievoco l’armonia che, come un abbraccio, congiunge la parte materica con quella spirituale dell’uomo.
Immagine: la parte più alta del cerchio, quella più vicina al cielo, è sede della creatività, dell’ispirazione che tu, in quanto artista, ricevi in dono.
Accogliendo questo dono, inizi a conoscerlo, ad analizzarlo per poi rielaborarlo attraverso il tuo cuore e le tue emozioni, è questa la fase in cui traspaiono il calore e la bellezza dell’arte.
Il progetto avanza seguendo il contorno del cerchio, adesso percorre la sua parte inferiore che corrisponde alla sfera materiale dell’opera: il “fare” è un’offerta che l’artista rivolge alla parte “alta” del cerchio, quella che gli ha donato l’ispirazione, il punto di partenza del percorso creativo.
Journey – Viaggio
Orissa, a journey among the tribes of this state of India. The joy of returning to this land, to better understand the joy of traditions. A meeting with the master craftsmen of Puri to search for an exchange, a common sentiment and growth through art. Here, a young woman named Puspa Rao receives me with great dignity in a small studio full of young female students learning the artistic tradition of patachitra. She is talented at painting and is a custodian of ancient techniques and proportions and she also has the great ability to listen.
I felt she was totally fascinated by the concept of the warrior of love, the new humanity with blossoms in various places of the body to call to mind freshness and beauty. We began an intense collaboration where the concepts that I have been given by existence are being shared completely with Puspa, my little sister.
Orissa, viaggio tra le tribù di questo stato dell’india. Gioia di tornare in questa terra, gioia di capire meglio le tradizioni di questo popolo. Un incontro con i maestri artigiani di puri, alla ricerca di uno scambio, di un sentimento comune e di una crescita attraverso l’arte. Ecco Puspa Rao, giovane donna che mi riceve con grande dignità in un piccolo studio pieno di ragazzine studentesse in apprendimento della tradizione artistica, patachitra. Lei con talento, depositaria di antiche tecniche e pronta ad ascoltare il mio messaggio.
Il concetto di guerriera d’amore, la nuova umanità, con fioriture in vari luoghi del corpo a ricordare la freschezza e la bellezza, sentivo che la affascinava totalmente.
Abbiamo cominciato una collaborazione intensa dove i concetti che mi sono stati donati dall’esistenza sono in totale condivisione con lei, Puspa, mia piccola sorella.
Kathmandu
The appeal of Tibetan culture, Nepalese acquaintances, the boudhanath stupa and dharamsala, traditional paintings, thangkas, the rituals of approach to contemplation. The symbolism of the clouds, usually around Buddha, representing the teachings that are transmitted to the bodhisattva. The clouds also represent the union of method and wisdom, discipline to reach high goals. Image: a flying bird that turns into clouds. The space of freedom of a heaven, of a flight through the teachings of spiritual teachers and through methods and rules.
 Il fascino della cultura tibetana, le frequentazioni nepalesi, lo stupa boudhanath e dharamsala, le pitture tradizionali, i thangka, le ritualità e un approccio contemplativo all’arte. Il simbolismo delle nuvole, di solito attorno al Buddha, rappresentano gli insegnamenti che si trasmettono ai bodhisattva. Le nuvole rappresentano anche l’unione tra metodo e saggezza, disciplina per arrivare ad alte mete. Immagine: un uccello che vola che si trasforma in nuvole. Lo spazio di libertà di un cielo, di un volo, attraverso gli insegnamenti di maestri spirituali e attraverso metodi e regole.
Love – Amore
The awareness of being there, the appeal of the relationship, belonging to nature. Two creatures, warriors of love, a strong connection with each other through hair, celestial roots, and also through the sign of the circle, harmony and perfection, materialized in their bodies. Their embrace contains the tree, nature through the part of the body that is a large circle. A visible reality of union with themselves, each other, with nature. You are, with the other, with the tree, with the all. Spark of the great fire.
La consapevolezza della propria presenza e il fascino della relazione, l’appartenenza alla natura. Due creature, guerrieri d’amore sono in forte connessione tra loro, attraverso i capelli, radici celesti, e il cerchio materializzato nel loro corpo. Simbolo di armonia e perfezione. Il loro abbraccio contiene un albero, la natura attraverso la parte del corpo che è il grande cerchio. Materializzazione del concetto di unione. Con se stessi, tra di loro, con la natura. Tu sei, con l’altro, con l’albero, con il tutto. Scintilla del grande fuoco.
Mud – Terra cruda
Maharashtra area, India. One of the warli tribe villages.
The huts are made of mud and straw with red, the walls are decorated elaborately with pigments extracted from rice, the drawings depict the most important events for the tribe: weddings, pacts between families, ritual dances in which creatures come together in a large spiral and I’m with them, dancing, placed in the center of the spiral but in fact, everywhere. This is a traditional dance, full of symbols and rituals, full of the joy of the experience of interiority and exteriority, the inside and the outside.
Zona Maharashtra, india. Uno dei villaggi della tribù warli.
Le capanne sono fatte di fango rosso e paglia, le mura sono decorate minuziosamente attraverso pigmenti estratti dal riso, i disegni raffigurano gli eventi più importanti per la tribù: matrimoni, patti fra famiglie, danze rituali in cui le creature si uniscono in una grande spirale, io con loro, danzante, collocato al centro della spirale ma in realtà, presente ovunque. E’ una danza tradizionale, piena di simboli e di ritualità, piena di gioia dell’esperienza dell’interiorità e dell’esteriorità, il dentro e il fuori.
Need – Necessità
The awareness of feeling and living the unity. Unity inside me, unity with you, with you, with all the creatures. Hearing the ‘one’ deep inside me the gaze towards planet earth becomes a prayer of art. I abolish all the boundaries of the earth to recreate new worlds, new geographical maps that do not involve fragmentary powers that divide the world. My skin reflects the unity of the planet earth, that prayed, the world united. And my hair roots become celestial, strong, vertical, go to connect with the power of heaven, they go to make friends.
La consapevolezza di sentire e vivere l’unità. Unità dentro di me, unità con te, con voi, con tutte le creature. Sentendo “l’uno” profondamente in me, lo sguardo al pianeta terra diventa una preghiera artistica. Abolisco tutti i confini sulla terra per ricreare nuovi mondi, nuove cartine geografiche che non prevedono giochi di potere frammentari che dividono il mondo. La mia pelle riflette l’unità  del pianeta terra, quello pregato, il mondo unito. E anche i miei capelli diventano delle radici celesti, forti, verticali, vanno a collegarsi con la potenza del cielo, vanno a fare amicizia con il mistero, vanno a collegarsi con il trascendente e attraverso questi filamenti la mia appartenenza alla vita è intensa e piena.
Offering – Offerta
The charm of the sound of bells. A vase made by so many bells, receptivity – vessel built by the vibration of sound that goes to call the inhabitants of heaven, inform them of thought dedicated to them, an offer, the purest part of ourselves. I have always been impressed by the widespread use of bells and rituals that every culture uses with these objects that symbolize heaven. The presence of the divine, driving out negative or transmissive energy through sound, images and concepts to unite them to breathing, the primary act of life.
Il fascino del suono, delle campanelle. Un vaso realizzato da tante campanelle, la ricettività-vaso costruita dall’insieme della vibrazione sonora che va a chiamare gli abitanti del cielo, li informa di un pensiero a loro dedicato, un’offerta alla parte più pura di noi stessi. Sono stato sempre impressionato dall’uso così ampio che si fa delle campanelle e dalla ritualità che ogni cultura adopera con questi oggetti che simboleggiano il cielo. La presenza del divino, lo scacciare energie negative oppure veicolare, attraverso il suono, immagini e concetti, per unirle al respiro, atto primario di vita.
Peace – Pace
Building new worlds is the least minimalist act conceivable. For an artist, it is an extraordinary chance to bring peace to the planet earth, a prayer through art. Art can materialize something that has become another through the power disease. The earth was not born divided. Man, with his greed, started to divide the planet for his arrogance of possession. With the division of land, the division of humanity also increased. Now, a thought of unity has given continents a new shape. One land, one unity.
Costruire mondi nuovi è l’atto meno minimalista pensabile e concepibile. Per un artista è una possibilità straordinaria per portare pace nel pianeta terra, una preghiera attraverso l’arte. L’arte può materializzare qualcosa che è diventato altro, attraverso la malattia del potere. La terra non nasce divisa. L’uomo, con la sua cupidigia, ha cominciato a dividere il pianeta per arroganza di possesso. Con la divisione della terra, anche la divisione nell’umanità è aumentata sempre di più. Ora i continenti hanno una nuova forma data da un pensiero di unità. Una sola terra, una sola unità.
Quality – Qualità
A receptive vase for concepts and good words. Can a work of art remind us of the qualities that can be reawakened in us in case we have forgotten them? Can I contemplate the painting that becomes a mirror of my best aspect- that part in connection with the light?
Il vaso contenitore di concetti e parole buone. Può un’opera d’arte fare risvegliare in noi quelle qualità positive che abbiamo dimenticato di possedere? Posso contemplare un quadro- specchio della mia parte migliore, quella in connessione con la luce?
Roots – Radici
You are on the great sphere of the planet earth, straight, fully aware of being, stable. The world is holding you up. You feel the roots that arise from your feet, touch the center of the earth and more and more flowing, creating a connection between you and the rest of the world, here and now in totality. Your legs, your pelvis, your chest, straight, perpendicular to the ground like an antenna and your head, like a sky round, a large crown of the tree. You, man/woman tree. A connector between the earth and the heaven where you belong you belong. In you the lifeblood, the golden light from the sky, hits the ground. Units inside you, drive out.
Sei sulla grande sfera del pianeta terra, diritto, consapevole di essere, stabile. Il mondo ti sorregge.  Senti le radici che sorgono dai piedi, toccano il centro della terra e sempre più si ampliano, radici di un collegamento tra te e il resto del mondo. Qui e ora nella sua totalità. Le gambe, il bacino, il petto, dritto, perpendicolare al terreno come un’antenna e la tua testa, come un cielo rotondo, corona grande dell’albero. Tu, uomo/donna albero. Raccordo tra la terra e il cielo cui appartieni. In te la linfa vitale, la luce dorata dal cielo, scende attraverso di te sino al suolo. Unità dentro di te.
Sound – Suono
Why not make musical instruments that, with a kind of harmonious extension, can also accommodate the player?  I was seized by that great excitement from unexpected inspiration, in San Gimignano, a place of harmony.I thought that art can be a bridge to the divine and I saw the object sound the possibility of materializing the origin of the cosmos. I saw in the auditory object the materialization of the origin of the cosmos.  The word of god produced the universe, an effect of the rhythmic vibrations of primordial sound. Whatever is perceived as sound is divine power. Sound as an internal vibration, a union with the rhythm of life, replacing the word, the universal word.
Inhabitable musical instruments, auditory architecture, places of rest and communication, gesture emanates music. For sophisticated hearing, for people on the move, to have new encounters, beyond words, for a symphony of living people.
Perché non inventare degli strumenti in grado di accogliere in un abbraccio il suonatore? Fui preso dall’eccitazione di questa fantastica ispirazione a S. Giminiano, luogo di armonia.
Ho pensato che l’arte possa essere un ponte per il divino e ho intravisto nell’oggetto sonoro la possibilità di materializzare l’origine del cosmo. Il verbo ha prodotto l’universo, effetto delle vibrazioni ritmiche del suono primordiale. Tutto ciò che viene percepito come suono è potenza divina. Ho visto il suono come una vibrazione interna, unione con il ritmo della vita, come parola universale.
Gli strumenti musicali abitabili sono architetture sonore, luoghi di riposo e di comunicazione in cui il gesto emette musica. Per gente in movimento, un modo di sperimentare incontri che oltrepassino il linguaggio delle parole e generino una sinfonia di persone viventi.
Tradition – Tradizione
The meeting, so unique and exclusive, between me and the craftsman makes impossible the work’s repetitiveness (distinctive of the depreciation of crafts in comparison with art), because my energy, my concept, mix with the craftsman, making that kind of traditional painting, that act, unique and full! So the search for people to work with becomes very important and careful, in order to make a magic meeting!
For me, being contemporary means remembering myself as a love warrior, using in my life all the qualities inborn in each of us, with our time’s careful and critical eye pointed towards the blossoming of human being into a full life, into a celebration of life itself.
L’incontro così unico ed esclusivo tra l’artigiano e me fa si che la ripetitività dell’opera (caratteristica del deprezzamento dell’artigianato rispetto all’arte) venga a mancare. Quando la mia energia e le mie idee si uniscono alla sapienza dell’artigiano, si viene a creare un’opera unica. La ricerca della persona con cui lavorare diventa assolutamente attenta e importante affinché l’incontro sia magico.
Il mio essere contemporaneo consiste nel ricordare di essere un guerriero d’amore, di vivere con tutte le qualità insite in ognuno di noi, con l’occhio attento e critico del proprio tempo al fiorire dell’essere umano nella pienezza della vita, nella celebrazione della vita stessa.
Unity – Unità
Like a plow that furrows the earth to put seeds in the earth itself painted with a planet with new continents that are mixed with no boundaries drives along the earth sowing images and concepts of peace. The movement of this car spreads this concept, it blends territory and humanity: one earth, one humanity. Its path round the earth leads to the elimination of boundaries like a positive tsunami, the storm of love that removes the barriers to find unity on the planet and in humanity, which no longer has differences.
Come un aratro che solca la terra, così una automobile, dipinta con un pianeta con nuovi continenti mischiati, senza confini, percorre il pianeta terra seminando immagini e concetti di pace. Il movimento dell’automobile diffonde questo concetto, mischia il territorio e l’umanità. Il percorrere la terra porta a eliminare i confini come uno tsunami positivo, la tempesta d’amore che toglie le barriere per ritrovare l’unità nel pianeta e nell’umanità per eliminare qualsiasi differenza.
Vase – Vaso
The vase is a symbol of receptivity, such as a heart, it is always ready to receive the celestial influences. I’d like to be … A big pot to accommodate within me the magic of life … Here is my prayer to nature.
Il vaso è simbolo di preziosa ricettività, come un cuore, esso è sempre pronto a ricevere le influenze celesti…mi piacerebbe essere un grande vaso per poter accogliere dentro di me  la magia della vita… Ecco la mia preghiera alla natura.
 Warrior of love – Guerriero d’amore
There is no more time!
Each person is armed with his or her own beauty and qualities and recognizes the warrior of love inside.
The weapons are kindness in a gesture, the beauty of a flower, the compassion of an embrace, the entirety of the presence, the sound of the good word, hair becomes roots to touch the celestial sphere, feet honor the place where they stand, bells call the divine here and now!
“…I see you flourished…” Your presence is fragrant and beautiful as a flower, I see you in a golden light and handsome/pretty as a flower .. All your vital energy is in place, it manifests itself. Both  your body flourishes and I participate in this blooming that brings me closer to God.
Non c’è più tempo!
Ognuno si armi della propria bellezza, delle proprie qualità e riconosca il guerriero d’amore in sé stesso.
Le armi sono la gentilezza di un gesto, la bellezza di un fiore, la compassione di un abbraccio, la totalità della presenza, il suono della parola buona, i capelli diventano radici che toccano le sfere celesti, i piedi onorano il luogo dove sono, le campanelle chiamano il divino qui e ora!
“…ti vedo rifiorito/a…” la tua presenza è fragrante è bella come un fiore! Vedo te in una luce dorata e bello/bella come un fiore.  Tutta la tua energia vitale è in atto, è manifesta. Tanto che il tuo corpo si fiorisce e io partecipo a questa fioritura che mi avvicina a Dio.
X
My studio, a large table, an appointment between me and one of my assistants. In the days leading up to the meeting, I prepared myself by making space, resolving various problems, so as to arrive at the encounter as empty as possible, receptive. In front of the table are 2 or 3 white sheets waiting. Various tools next to them: paintbrushes, colors…and bells, singing bowls, sound shells, devotional music… I start with an exercise that brings me to the ‘here and now’, right after a thank you to me, my assistant, and existence, it begins. One color attracts me… Then another…strokes of rubber give depth and lucidity to the image, the rubber mixes with the colors, the painting takes form by itself, I am a witness and coordinator. An encounter with inspiration, wholly purifying, fresh, exciting.
Il mio studio, un grande tavolo, appuntamento con me stesso e uno dei miei assistenti. I giorni precedenti ho preparato questo incontro facendo spazio, risolvendo problematiche varie, per arrivare al giorno dell’appuntamento il più vuoto possibile, ricettivo. Davanti al grande tavolo, 2 o 3 tele bianche in attesa. Vari strumenti accanto a me: pennelli, colori e campanelle, singing bowl, conchiglie sonore, musica devozionale…inizio con un piccolo esercizio che mi porta nel ” qui e ora ” subito dopo un ringraziamento a me, all’assistente e all’esistenza…si comincia. Un colore mi attira e poi un altro, pennellate di caucciù vanno a dare spessore e lucidità all’immagine, il caucciù si mischia con i colori, il dipinto si forma da solo, io testimone e coordinatore. Un appuntamento con l’ispirazione, molto purificante, fresco, eccitante.
 Yes – Si
May art be aware of having to be the bearer of important values and to investigate what might be beyond matter, beyond religion and culture.
Che l’arte sia consapevole di doversi fare portatrice di importanti valori e che indaghi su cosa ci possa essere al di là della materia, oltre ogni religione e cultura.
Zoo
I’ve always had a certain feeling of detachment from animals. I always considered them as a kind very different from the human race, too different, until I saw that they too are creatures. So I stopped eating creatures. A wave of respect for them gave me the following image:  the elephant walking on earth, authoritative, strong and incisive. The elephant skin emanates the unity of the planet. A world without borders on the surface of this immense body that sows and give a sense of unity on planet earth.
The allure of the turtle, his hidden strength that seems to belong to the silence of life. In case of danger, the turtle always knows where to take refuge. The turtle holds the world resting on his back to ensure the stability of the cosmos, symbolizes the ‘harmonious union between heaven (the carapace) and the earth (the plastron) picture: the tortoise brings over his house, where he protects itself from any external attack, the house of the divine. The round part of its carapace, a symbol of heaven, becomes the basis, earth, the home of his divinity, the sacred turtle.
Ho sempre avuto un certo distacco nei confronti degli animali. Gli ho sempre ritenuti come una specie molto diversa dal genere umano, troppo diversi, fino a quando non ho visto che anche loro sono creature. Così ho smesso di mangiare creature. Un’ondata di rispetto nei loro confronti mi ha donato questa immagine: il passo dell’elefante sul pianeta terra, autorevole, forte e incisivo. La pelle dell’elefante sprigiona l’unità del pianeta. Un pianeta senza confini appare sulla superficie di questo corpo immenso che semina e dona sul pianeta terra, ecco il senso dell’unità.
Il fascino della tartaruga, la sua forza nascosta che sembra appartenere al silenzio della vita. In caso di pericolo, la tartaruga sa sempre rifugiarsi in se. La tartaruga che tiene la terra poggiata sulla sua schiena a garantire la stabilità del cosmo, simboleggia l’unione armonica tra il cielo (il carapace) e la terra (il piastrone) immagine: la tartaruga porta oltre la sua casa, dove si protegge da ogni attacco esterno, la casa del divino. La parte tonda del suo carapace, simbolo di cielo, diventa base, terra, della casa della sua divinità, la tartaruga sacra.