Il Sentiero del Viandante Innamorato

Novembre 2018, Per Tarshito si conclude un’ operazione artistica senza confini: Il Sentiero del Viandante Innamorato è l’opera d’arte che sperimenta la Condivisione e l’Unità attraverso un pellegrinaggio simbolico, ispirato e dedicato alla Terra, madre di tutte le creature.

Il viaggio comincia nel Luglio 2017, quando Tarshito raggiunge per la prima volta la piccola comunità di artisti Huichol, a Guadalupe Ocotàn in Messico. È l’inizio di un’avventura che proseguirà in India, nel cuore del sub continente, con gli artisti rurali Gond di Bhopal, il viaggio continuerà in Nepal, a Kathmandu, al cospetto di tre monaci tibetani e poi in Perù, a Pucallpa sulle rive del Rio delle Amazzoni,  con la pittrice shipibo Lastenia Canayo Garcia, in Bangladesh, a Jessore, poi in Marocco, ad Assilah ed infine, in Corea del Sud a Seoul. Queste le aree geografiche che, insieme, si sono intrecciate disegnando la traiettoria di un cammino simbolico in cui persone, culture e territori, riuniti nell’Arte, hanno celebrato il loro incontro e  hanno condiviso sulla stessa tela le proprie tradizioni, i miti più antichi e le leggende dei loro popoli…

Il Sentiero del Viandante innamorato è un rotolo di tela grezza lungo 1008 cm su cui Tarshito ha impresso l’immagine di una mappa del Mondo re-inventata con il chiaro obiettivo di annullare qualsiasi forma di divisione, di confine o limite geografico. Sui nuovi territori, tutti rigorosamente dipinti con inchiostri di china ed acquerelli nei toni bianco, nero e grigio, spiccano i variopinti pellegrinaggi, rappresentati invece, con le tradizionali e vivaci tecniche degli artisti residenti nei luoghi del mondo attraversati da Tarshito durante il suo viandare artistico. Tutti sulla stessa terra, per percorrere (insieme) un cammino di ricerca artistica e spirituale.

Tarshito, insieme ai numerosi artisti coinvolti nel progetto, ha dato vita al rotolo e ad una collezione di oltre 100 opere. In ogni nazione visitata  ha realizzato, con gli artisti tradizionali del luogo, una serie di dipinti che sono state accolti con entusiasmo ed esposti presso l’Istituto Italiano di Cultura di Città del Messico, le gallerie Arts of the Earth e Art Konsult di Nuova Delhi in India, la galleria the Edge di Dacca in Bangladesh, l’Istituto Italiano di Cultura di Rabat in Marocco, l’Istituto Italiano di Cultura di Seoul nella Corea del Sud e l’Istituto Italiano di Cultura di Lima in Perù.

Un’opera d’arte e allo stesso tempo un’azione artistica che abolisce ogni forma di separazione riunendo insieme terre e popoli del mondo all’insegna del centro, dell’ Uno… del Tutto che tutti riunisce sul cammino dell’ Umanità.

Tarshito with Saul Eleuterio Carillo, della comunità Huichol di Guadalupe Ocotàn (Luglio 2017);

Tecnica: Nierika huichol, inchiostro di china, colori acrilici e acquerelli su tela grezza non trattata.

Tarshito with Venkat Raman Singh Shyam, artista Gond di Bhopal, Madhya Pradesh India, (Novembre 2017);

Tecnica: colori acrilici ed inchiostri su tela grezza non trattata.

Tarshito with Lastenia Canayo Garcia, pittrice shipibo di Lima, Perù (Dicembre 2017);

Tecnica: colori acrilici ed inchiostri su tela grezza non trattata.

Tarshito with Totini Saha e Salina Akter, ricamatrici Kantha di Jessore, in Bangladesh (Gennaio 2018);

Tecnica: ricami kantha su tela grezza non trattata. 


Tarshito with Lobsang Kunkhyap, Lobsang Kunphen e Lobsang Yangdak, monaci tibetani, Kathmandu, Nepal (Luglio 2018);

Tecnica: colori acrilici ed inchiostri su tela grezza non trattata.

Tarshito with Sadik Haddari, calligrafo marocchino incontrato ad Assilah, Marocco. (Ottobre 2018);

Tecnica: colori acrilici ed inchiostri su tela grezza non trattata.

Tarshito with Son Oe Ja, pittrice sud coreana incontrata presso il tempio di Bomunsa, Seoul,  Corea del Sud (Novembre 2018);

Tecnica: colori acrilici ed inchiostri su tela grezza non trattata. 

Vista intera dell’opera:

[prisna-google-website-translator]